Progetto senza titolo-6.png

"In ogni mio dessert la creatività è a servizio di un delicato equilibrio di gusto, di croccantezza, morbidezza ed acidità"

de

Riccardo Bellaera

"La pasticceria è precisione, ingegno e creatività, fino a diventare una forma d’arte".

Riccardo_bellaera.jpg

Riccardo Bellaera nasce in Sicilia nel 1972, nella “barocca” Modica ed, all'età di 14 anni, muove i suoi primi passi nel mondo della pasticceria in una delle più antiche e famose realtà del suo paese, la "Pasticceria Bonomoˮ,

Qui acquisisce le prime nozioni e le conoscenze finalizzate alla preparazione di dolci tipici della tradizione siciliana,  degna  rappresentazione, nel gusto e nella forma, dell’ influenza araba nella storia dell’isola.
 
Negli anni trascorsi nella sua terra, collabora con varie pasticcerie e con famosi maestri quali il Maestro di Cioccolateria Berardi, i Maestri di Gelateria Angelo Grasso e Luciano Ferrari, fino a quando, nel 1997, avviene l’incontro con il Maestro dei Maestri della Pasticceria Italiana, Iginio Massari.

Figura che merita un particolare riconoscimento per la disponibilità e la capacità mostrata nella ricerca indirizzata a scoprire e migliorare le abilità personali di ogni allievo.

Da quel momento, ogni passo è indirizzato alla ricerca della perfezione, come con il lavoro di specializzazione in lavorazione dello zucchero tirato e soffiato, in Svizzera, con il Maestro Otmar Fassbind.


Nel 2001, spinto dalla sua curiosità di conoscere nuove culture e paesi, inizia un nuovo percorso professionale, come Head Pastry Chef a bordo delle navi Princess Cruise.

In questo contesto, forte delle  esperienze precedenti e della ricerca costante volta a migliorarsi, mette a frutto le tecniche acquisite,  mostrando nuove prospettive di sviluppo dell’intero settore, fino ad essere selezionato, dalla  Compagnia, quale consulente destinato ad occuparsi al “lancio” delle nuove navi.
Nel 2007 inizia una nuova esperienza professionale, come “Corporate della Pasticceria e Panetteria” per Blue de France e Pullmantur, specializzandosi nella formazione del personale di bordo e nella ricerca degli ingredienti, oltre ad occuparsi dello sviluppo e dell'organizzazione dei menù.
 
Nel 2012, infine,  inizia la sua collaborazione con Costa Crociere, in qualità di “Corporate della Pasticceria e Panetteria “, e qui, finalmente, ha la possibilità di mettere a frutto le sue esperienze professionali ed i suoi 34 anni di approfondimento dedicati alla pasticceria classica e  quella internazionale, senza dimenticare le tradizioni della sua madrepatria.

Visibilità mondiale 

LA RIVOLUZIONE DI UN SETTORE

In occasione della Fiera Internazionale Host 2019, riceve dalle mani del Maestro Iginio Massari, il riconoscimento "Luxury Pastry in the world", per la professionalità e il rigore dimostrato nella valorizzazione della pasticceria mondiale di alta qualità e lusso.

Nel 2021 gli viene assegnata una stella quale "World Pastry Stars", un riconoscimento attribuito ai pasticceri più famosi del mondo quali Iginio Massari, Pierre Hermè, Pierre Marcolini, Paco Torreblanca, Jordi Roca, Philippe Conticini, Sadaharu Aoki ed altri…

 

Nel 2022 riceve, ancora una volta, il "Luxury Pastry in the world ", come uno dei migliori pasticceri del mondo per le  tecniche e  le competenze di pasticceria.

In uno sforzo costante volto a migliorare le sue competenze e il suo background, lavora a stretto contatto con l'ultima generazione di pasticceri di fama mondiale: Emmanuele Forcone, Davide Comaschi, Francesco Boccia, e prosegue il suo percorso scolastico all’interno di CAST ALIMENTI.

Dal 2022, Riccardo Bellaera è diventato membro dell'A.P.E.I., in qualità di Ambasciatore Pasticcere dell’Eccellenza Italiana.

Philosophy

" La curiosità è il motore della creatività “, per questo sono costantemente alla ricerca di nuove tecniche che, nel rispetto delle materie prime, mi permettano di trasmettere emozioni,  attraverso estetica e gusto, dai dessert tradizionali alle creazioni più innovative

Mi ritengo un perfezionista impegnato nello sviluppo di nuovi prodotti.

Il mio desiderio è di trasmettere, attraverso ogni dessert, la mia passione di siciliano che vuole fare assaporare ogni sfumatura degli ingredienti che compongono le mie realizzazioni.

Curiosità e costante ricerca di innovazione, legati ad una conoscenza approfondita di ogni materia prima ed elemento, per un perfetto equilibrio tra estetica e gusto, finalizzati alla ricerca dell’armonia.

 

La pasticceria parla una lingua comune in tutti i paesi, nonostante le diverse tradizioni e culture, per questo ritengo essenziale conoscere e studiare le basi della pasticceria, come sono state usate diversamente da paese a paese, da regione a regione.

 

Tutto questo cerco di trasferirlo in un dessert, perché ogni realizzazione deve riflettere la naturalezza dei prodotti, ed il pasticcere deve padroneggiare la chimica e la conoscenza ed ogni reazione degli ingredienti.

Perché la pasticceria tradizionale non è statica, può prendere altre forme, purché la sostanza sia intoccabile.